NOTIZIE E RASSEGNA STAMPA

ARCHIVIO NOTIZIE

 

Lignano Sabbiadoro

 

Lignano Sabbiadoro (Lignan in friulano) è un comunelignano sabbiadoro italiano di 6.804 abitanti della provincia di Udine in Friuli-Venezia Giulia. Fino al 1959 era una frazione del comune di Latisana, è una delle più note e frequentate località balneari dell'Adriatico insignita della bandiera blu. Situata in una verde penisola ad una sessantina di chilometri da Udine ed equidistante (90 chilometri) da Venezia e Trieste, Lignano Sabbiadoro è posta tra la Laguna di Marano, la sponda sinistra del fiume Tagliamento e il mare Adriatico. È il comune più meridionale della sua provincia di appartenenza. Attualmente collegata all'entroterra da una strada regionale (n. 354), Lignano ha sviluppato la sua vocazione turistica negli anni trenta del Novecento. I primi insediamenti alberghieri risalgono tuttavia all'inizio del 1900 quando la penisola non era raggiungibile via terra, ma solo in barca attraverso la Laguna di Marano. All'epoca la penisola lignanese era quasi interamente ricoperta da una foresta di pini e gli unici insediamenti rurali erano situati lungo il litorale della laguna. Nel 1903 fu costruito il primo modesto impianto balneare, grazie ai finanziatori veneti Bregant, Poletti, Vighy e all'impresario Alessandro Toffano, e il primo albergo, per impulso di Angelo Marin, Mario Piani e Luigi Piani. Tuttavia, a causa della malaria, diffusa nelle paludi adiacenti la penisola, lo sviluppo di Lignano si ebbe solo dopo le opere di bonifica dei territori malsani, effettuate nel corso degli anni venti. Nel 1926 fu aperta la prima strada comunale fra la località di Lignano e Latisana che permise la nascita di un primo nucleo abitativo (nel 1931 si contavano già alcune centinaia di residenti). Nell'anno 1935, con l'istituzione di un'Azienda di Soggiorno e Turismo, venne aggiunto il nome di Sabbiadoro a scopo promozionale. Tre anni più tardi (1938) Lignano Sabbiadoro contava circa mille posti letto con un movimento turistico valutabile in oltre sessantamila presenze. Lo sviluppo vero e proprio della cittadina, iniziato a partire dal piano regolatore del 1936, fu frenato dallo scoppio della Seconda guerra mondiale ma riprese a ritmi sostenuti negli anni cinquanta. Nel 1953 l'architetto Marcello D'Olivo crea e sviluppa un originale progetto urbanistico per la rete viaria di quella che diventerà Lignano Pineta. Nasce in quegli anni la celebre chiocciola che diverrà successivamente uno dei simboli della cittadina friulana. Nel 1951 la frazione di Lignano Sabbiadoro contava circa 1.200 abitanti. Alla fine di quello stesso decennio gli abitanti erano quasi raddoppiati. Divenne comune autonomo da quello di Latisana nel 1959.

 

 

Il villaggio Ge.Tur.

 

Il Villaggio di Lignano Sabbiadoro sorge nel cuore dellageturloca penisola lignanese, a pochi minuti dal centro città della località di Sabbiadoro e Pineta. Immerso in 60 ettari di pineta, si affaccia direttamente su una lunghissima lingua di splendido mare, dove i nostri ospiti possono ancora scorgere le dune, un bene prezioso per l'ambiente. La tranquillità, l'aroma fragrante dei pini e della salsedine marina, un mare limpido, la possibilità di praticare tutti i tipi di sport creeano l'ambiente ideale per una rigenerante vacanza al mare ricca di relax e divertimento. Il piacere di stare insieme, giocare con lo sport, con il mare, con la natura, con l'opportunità di fare nuove amicizie, di allargare l'orizzonte delle relazioni sono solo alcune delle esperienze che i nostri ospiti possono sperimentare. La formula per le famiglie prevede sistemazione in camere da 2 fino a 4 posti letto con bagno privato e servizi personalizzati che comprendono la ristorazione con servizio al tavolo o al self-service e l'utilizzo della spiaggia privata con ombrelloni e sdraio personali. Per i più piccoli e per chi desidera una vacanza attiva, il centro è dotato di un parco giochi acquatico, di piscine all'aperto e di numerosi campetti per le attività sportive. Per gli amanti della storia e dell'arte suggeriamo una visita all'antica chiesetta risalente al 1400, dedicata a Santa Maria del Mare.